LIDL MANIA: tra Reselling, Influencer e voglia di evasione

Il Reselling, è una buona opportunità di lavoro per i giovani, con guadagni interessanti. Ma si richiedono due requisiti necessari: essere un Fashion addicted e avere il fiuto dell'affare.

La Sneaker firmata Lidl del noto discount tedesco, sta diventando un vero caso in Italia. Infatti, ai tempi del Covid19, in cui per uscire a fare la spesa serve l'autocertificazione, ecco che si trovano fila di persone ad aspettare di entrare nel supermercato per avere almeno un paio di queste "discusse" scarpe.

Ma si tratta di pazzia collettiva? No, non credo.

Ma andiamo per ordine. Innanzitutto, il desiderio compulsivo nato per avere le famosissime sneakers, non riguarda certo il suo prezzo (dato che costano solo €12,99) e se vogliamo dirla tutta, neanche la sua originalità e design particolare o della performance legata a qualità e comfort per il piede indossato. E allora cosa spinge le persone ad averle a tutti i costi?



Il Reselling come guadagno facile e legale


“La moda dovrebbe essere una forma di evasione e non una prigionia”. Alexander McQueen

Il Reselling (o meglio rivendere ciò che si possiede a prezzi aumentati) è una moda certamente in crescita e visibile soprattutto tra i più giovani, i quali sono i migliori acquirenti di ultime tendenze e tirature limitate, ed i quali sono anche capaci di aggiornarsi velocemente, grazie alla conoscenza di internet e nello specifico attraverso tre principali canali di ricerca:

  • tramite App, in cui si notano quali brand spingono maggiormente su determinati modelli (es. Nike, Adidas ed altri);

  • tramite i Social, in cui i vari testimonial ed Influencer del momento vestono taluni accessori e mostrandoli con "finta" disinvoltura;

  • analisi accurata dei negozi e storia dei diversi brand, ampliando la conoscenza del prodotto per comprendere quali potrebbero vendere e quali no.

Quindi, chi segue i suddetti canali, per poi acquistare in offerta un certo paio di scarpe, come nell'esempio delle Sneakers Lidl, e per poi rivenderle tranquillamente con un ricarico fino al 1000%, fa un vero affare... (ed ovviamente lo fa meno chi le compra ad un prezzo super maggiorato).




Un opportunità di lavoro per i giovani "Fashionisti"


“La nostra piattaforma è come un grande mercato online. Consente a chi vi accede di trattare il prezzo d’acquisto della merce con il venditore e soprattutto di trovare pezzi rarissimi che raggiungono valori altissimi come un baule Louis Vuitton venduto per più di 57mila euro”.

- Olivier Van Calster vicepresidente International e general manager Europe di StockX -


Coloro che seguono la passione del "rivendere"ciò appena acquistato, sono spesso considerati dei Victim addicted, perché attenti ai cambiamenti della moda fino al punto di non farsi sfuggire una sola micro tendenza relativa a cosa è "In & Out". Alcuni, stanno addirittura guadagnando su questa nuova forma di Second Market e Mid-Market (es.compro e rivendo, in parallelo al mercato principale) in cui anche marchi europei importanti lanciano piattaforme di rivendita online, come Cos di proprietà di H&M e Zalando.

Per i privati è invece un attività extralavorativa, che può arrivare anche a cifre interessanti come €1000-1500- 2000 in più al mese.


La caratteristica comune del tipico Reseller, si traduce in una operazione detta Check & Click, ovvero analizzo e poi acquisto on line l'affare che mi interessa. Vi sono 5 siti principali a cui si riferiscono moti giovani ed esperti Resellers per trovare l'affare giusto per concludere con l'acquisto, quali:


La nuova opportunità di lavoro, è anche un modo se vogliamo, di reinventarsi, in un mondo lavorativo attuale sempre più in difficoltà a creare nuovi posti di lavoro per i giovani. Pertanto, sono bravi ed audaci quei giovanissimi che provano a realizzarsi con delle chances (remunerative e legali) come il Reselling; anche se vale la pena menzionare che tale attività non può considerarsi un lavoro a tutti gli effetti; o almeno, non ancora.

Bisognerà quindi aspettare. (come nel caso degli Influencer)



Il ruolo dell'Influencer ai tempi Covid19

“ - Nonna, sono un Influencer. - Allora, Stattene 'n po' riguardato". Le frasi di Osho

Un passaggio determinante per comprendere se l'acquisto che si effettua, sarà un sicuro affare, è deciso dall'opinione dei cosiddetti beniamini digitali a cui quotidianamente i giovani confidano. Infatti, il ruolo rappresentato dagli Influencer è diventato negli ultimi anni oramai centrale, dato che meglio di altri, essi sono capaci di:

  • anticipare le mode in generale;

  • comprendere con attenzione le esigenze giovanili per restituire l'idea di empatia e condivisone, come senso di comunità unica possibile;

  • adattarsi alle sfide future (come nel caso del Lockdown) creando nuove esperienze con i loro followers.


Nel caso della Sneaker Lidl, è stato il Rap Italiano Fedez, consorte della numero uno degli Influencer in Italia, e cioè Chiara Ferragni, a postare una sua foto con indosso le Lidl low cost sneaker; incredibile come sia bastato solo una foto a far girare la testa alle centinaia di persone, nel riversarsi al primo Lidl disponibile. E non è che l'ennesimo esempio di come una foto o una frase catalizzatore su un prodotto qualsiasi ma esposta da persone famose, spinga automaticamente molti giovani ad emulare le loro star del web, per un riconoscimento della società anche nei loro confronti.


Le 6 Sneakers Must have/Limited Edition del 2020


Ma quali sono i modelli che hanno fatto impazzire i giovani in questo funesto 2020?

Seguendo un pò le tendenze del momento ed i Social (ovviamente), siamo arrivati a stilare una vera "Best of" o "Top List", secondo OUTSIDER POST.

Ma come si sa, il gusto è personale, infondo. E meno male, potremmo aggiungere.


Quindi, qui di seguito, troverete la lista dei modelli di scarpe (escludiamo per il momento altre categorie, sennò ci perdiamo) che secondo OP sono andati davvero forti. Eccole:

  • 1# Prada for Adidas: quando una icona sneaker incontra un mito della moda. Essenziale e Chic!; (€320)

  • 2# Sneaker Lv Archlight: vi è stile quanto basta ed unicità grazie all'arco pronunciato sotto il piede; e sono tra le più ricercate e più costose (€850). LogoMania forever!

  • 3# Nike VaporWaffle Sacai Black White: ultima versione del noto marchio che adoriamo nella versione Black & White. Super Cool! (€649)

  • 4# Nike SB x Ben & Jerry's Dunk Low "Chunky Dunky: ancora Nike per questa Sneaker ricca di colore, di dettagli in pelle e simpaticamente nostalgica verso tutti gli amanti del Ben & Jerry Ice-cream (il gelato americano) e non solo. Introvabile e costosa, è una sneaker davvero multitasking! (€1400)

  • 5# Maison Margiela x Reebok Tabi Instapump Fury: Una collaborazione azzardata ma ben riuscita per questa sneaker da Basket (di tendenza quest'anno) e leitmotiv di un modello senza dubbio molto particolare. Adatta per chi osa e vuole farsi guardare. Extravagant! (€1200)

  • 6# Lidl Sneaker: sicuramente le meno care tra tutte, ma con un valore aggiunto: e cioè come si diventa famose anche se non sono brandizzate-doc, grazie al marketing trasversale e Reselling. (€12,99 costo iniziale Pre-Reselling). Smart, Cheap e Super Trend!


Voglia di evasione Vs austerity globale


“La moda dovrebbe essere una forma di evasione e non una prigionia”. Alexander McQueen


Alexander McQueen, grande stilista britannico, diceva che: "La moda dovrebbe essere una forma di evasione e non una prigionia". In tempi di Covid19, questa sua frase sembra risuonare ora più viva che mai, visto la situazione che milioni di persone stanno vivendo con il Lockdown, al fine di marginare quanto possibile il propagarsi della pandemia (che purtroppo è ancora in corso).


A detta di ciò, si potrebbe comprendere un pò meglio le ragioni per cui le persone (e soprattutto i giovani) si spingono nel comprare scarpe (ma anche borse, occhiali, etc.) a prezzi piuttosto elevati. In molti casi, non si tratta certo di una pazzia collettiva o del sentirsi schiavi dell'ultima moda. Ma bensì, si potrebbe ritrovare una plausibile risposta proprio nella voglia di evasione da un mondo così austero e difficile. Un evasione che deriva dagli accadimenti drammatici presenti ovunque; ma nello stesso tempo, un desiderio crescente di sentirsi liberi di esprimere se stessi. Liberi di uscire fuori di casa, immaginando di indossare proprio quelle scarpe costose, che in qualche modo ci rappresentano al meglio.


La Moda è infatti anche l'espressione di evasione e della leggerezza effimera che veicola nel contempo messaggi diretti ai giovani; che essi restituiscono al mondo attraverso il desiderio e la necessità conseguente di:

  • essere riconosciuti, apprezzati ed amati dalla società attuale in cui abitano.

E più di tutto, la Moda, come forma di arte, in contrapposizione alla complessità di un mondo irrisolto, è soprattutto la prova tangibile di come NOI tutti ci sentiamo ancora vivi, grazie proprio al desiderio di desiderare. Giovani e non.

E pur se a volte è indotto dalla società, non dobbiamo credere che il desiderio vada colpevolizzato; ma profondamente compreso ed accettato, soprattuto adesso.