Halloween e la voglia di tornare a divertirsi. 10 curiosità ed idee per la notte più spaventosa.

In tutto il mondo occidentale il 31 Ottobre si festeggia la festa più spaventosa e divertente dell'anno. Ma nel 2021 il divertimento raddoppia, dopo lo stand by dovuto alla pandemia. Ecco alcune curiosità ed idee per celebrarlo al meglio.

Sono gli indizi di zucca, luna piena, costumi spaventosi e tantissimi "dolcetti e scherzetti", che portano ad un solo luogo, che ogni anno si celebra nella notte del 31 ottobre e che si traduce con il nome di Halloween.

In assoluto considerata come la festa più amata dagli americani, ecco che da qualche anno approda anche in Italia, come nel resto d'Europa, spopolando soprattutto tra i bambini, ma anche dagli adulti che inventano maschere sempre nuove ed esilaranti, ugualmente con feste a tema, uniche ed originali. Halloween piace a tutti, dunque. E forse perché è fuori dagli schemi classici, in cui il più brutto e strano è considerato per una volta il più apprezzato; in cui ci si diverte anche con poco e senza spendere un capitale, se si ha la giusta creatività e stile. Inoltre, nessuno è veramente escluso. Anzi, vi è una inclusione pressoché totale tra le persone che hanno come unico scopo quello di divertirsi, per lasciare lontano i veri orrori del mondo attuale e per scongiurarne nuove calamità future.


Scopriamo allora quali significati nasconde il nome "Halloween" e quali sono le idee per celebrare appieno tale ricorrenza, mantenendo vivo lo spirito creativo e leggero della festa.


1# Festa celtica esportata negli USA



Si tratta in origine di una festa celtico-pagana di fine estate che si chiamava Samhain (tradotta in lingua Irlandese antico) che ha influenzato la ricorrenza di Halloween e che vuol dire All Hallows Eve o meglio "Ognissanti". Dal momento in cui viene poi esportata dagli Irlandesi e Scozzesi a meta dell'800 in America, la celebrazione assume un carattere diverso ed esclusivamente consumistico.



2# Il simbolo della Zucca e di Jack O' Lantern


Il personaggio chiave di Halloween è senza dubbio quello di Jack O'Lantern, il quale dai racconti di folklore Irlandesi, era un fabbro avaro e spesso ubriaco che imbrogliò ben tre volte il Diavolo, il quale a sua volta, dato che non poteva prendere la sua anima, perché morì prima dei 10 anni dal patto, lo condannò a vagare per il mondo nell'oscurità con un solo tizzone per farne luce. A suo modo, Stingy Jack, fece poi una lanterna servendosi di una rapa scavata. Poi la rapa divenne la famosa zucca che tutti conoscono, ma forse si conosce meno la storia originale sulla zucca, appunto.


3# Gatti neri, pipistrelli e gufi notturni



"Ai gatti neri porta sfortuna essere attraversati da un'auto."
Giordano Bruno Guerri, (Pensieri scorretti, 2007)

Nella notte di Samhain, il rito propiziatorio di scacciare gli spiriti maligni comprendeva l'utilizzo di pipistrelli che erano efficaci per scacciare gli insetti dai falò che venivano costruiti per la celebrazione. E così anche per i gatti neri, che insieme ai pipistrelli, diventano dei caratteri del tutto gotici fin dal periodo medioevale, in relazione alle streghe e alla magia nera.

La superstizione legata soprattutto al gatto nero, diventa un vero problema e viene lanciato negli ultimi anni un vero allarme in difesa dei felini che vengono utilizzati per riti satanici. Inoltre, al contrario degli antichi Greci che ritenevano i gufi sacri e portatori di saggezza della dea Athena, ecco che anch'essi sono associati a streghe se non addirittura a demoni trasformati in animali, sempre vigenti dal periodo medievale fino all'inquisizione spagnola del 1600 inoltrato.


4# Il Business colossale del "dolcetto o scherzetto"


"Trick or treat, smell my feet, give me something good to eat."
- Proverbio Inglese -

E' soltanto dopo la fine del secondo conflitto mondiale, che Halloween si trasforma in un vero affare colossale, dovuto allo slogan di "Trick or treat, smell my feet, give me something good to eat", che vede i bambini finalmente protagonisti, ma purtroppo ignari del messaggio subdolo che è legato all'immensa produzione di caramelle e dolci di vario genere, per il semplice e furtivo consumo di una "sola notte". Ma quali sono i "sweets" più amati dai bambini? YouGovAmerica ha ha mostrato a 703 bambini americani dagli 8 ai 14 anni una serie di abbinamenti caramelle commercializzate specialmente per Halloween e di caramelle alternative, scoprendo che il più popolare per i bambini americani da accaparrarsi nella notte di Halloween è Reese's Peanut Butter Cups, una caramella al cioccolato che ha vinto ben il 75,9% dei suoi match-up. Ma piacciono anche i Cookies fatti in casa, mentre è da evitare assolutamente la liquirizia nera, che appare ultima nella classifica di preferenze con il solo 16%.

E' quindi pur vero che infondo vedere la felicità di un bambino che raccoglie dolci nella propria zucca, non ha ovviamente prezzo.


5# Ciò che ci spaventa ci affascina

"La più antica e potente emozione umana è la paura, e la paura più antica e potente è la paura dell’ignoto."
- Howard Phillips Lovecraft -

Quello che avviene al nostro cervello quando si ha paura, è praticamente un "altalena di emozioni", derivanti dal rilascio di ormoni quali: l'insulina, che favorisce lo stato di allerta e fa battere il cuore velocemente e dell' endorfina e della dopamina che sono capaci di tirare fuori prima la paura, poi l'eccitazione e la rassicurazione. Ma il centro della struttura celebrale legata allo spavento è quella della Amigdala, che processa le forti emozioni inviandole poi ai lobi frontali che rassicurano da un lato con un'analisi razionale e dall'altro dal rilascio di diversi ormoni, già alcuni espressi sopra, che si sintetizza con le emozioni di terrore e poi di piacere e fascinazione.


6# Scorpacciata di Film Horror e Pop Corn

"Vedi, certe cose che succedono lasciano tante tracce di quello che è accaduto. Ma sono tracce che non tutti possono vedere, ma solamente quelle persone che hanno la luccicanza, solo loro."
- Dal film Shining -

Un idea interessante per chi osa passare la notte di Halloween in modo terrificante ma divertente, è quello di mettere alla prova tutti gli ormoni della paura e dell'eccitazione e di sfidare il buio con gli altri mascherati a tema. E di riuscire a vedere insieme fino alla fine film horror, per una serata di solo Cinema Horror e chili di Pop Corn.

Ecco allora alcuni titoli di film cult e Serie Tv sul genere che consigliamo a chi "ha fegato e coraggio da vendere", da vedere rigorosamente al buio ed in totale silenzio, per non rovinare l'atmosfera angosciante e di terrore del momento. I nostri Best Horror Movies sono:

  • Shining; L'Esorcista; Psicho; Profondo rosso; It; Lo squalo; Dracula di Bram Stoker; Nightmare; The Ring; Scream; Into the dark (serie Tv) ed Halloween (ovviamente)..

Ma ci sono molti altri ancora, se ce la fate a tenere gli occhi aperti!


7# Cena tra amici con delitto

“Mi chiamo Hercule Poirot e sono probabilmente il miglior investigatore al mondo.”
- Hercule Poirot -

Un idea sempre più apprezzata è quella di creare una serata in cui vengono a volte presi anche degli attori sconosciuti per interpretare dei ruoli a sorpresa, con lo scopo di creare un delitto perfetto, in cui tutti gli ospiti devono poi trovare l'assassino, seguendo indizi, indovinelli ed imprevisti. Ci sono delle vere agenzie presenti ora anche in Italia, che organizzano tutto presso strutture selezionate come ristoranti e ville apposite. Perfetto per chi vuole vivere una esperienza nuova e divertente.


8# Visitare luoghi e borghi magici



Oltre a soggiornare in un castello, (magari infestato) che è senza dubbio l'opzione più affascinante per chi cerca l'atmosfera spaventosamente reale nella notte di Halloween, è possibile fare dei tour esplorativi "notturni" in luoghi dove leggende e storie narrano di episodi legati a fantasmi, streghe e maledizioni trasportandoci direttamente in quei mondi così magici, che si trovano spesso solo nei libri di Edgar Allan Poe e Stephen King o nelle pellicole più famose.

9# Festa in maschera in villa

“Ma guarda che Halloween è finito, finalmente ti puoi togliere la maschera!”
- Anonimo -

Decidere un costume di diavolo, strega, zombie, zucca e quant'altro è già di per sé un vero divertimento, ma quando ci si trova con amici ed altre persone in una villa fuori città, tra candele, addobbi di ragnatele e musica d'atmosfera, lo spasso è assicurato. Per la riuscita di una buona festa è richiesto soprattutto una buona dose di attenzione al dettaglio e creatività nel costume scelto, che oltre a colpire gli altri, deve anche esso raccontare una storia e si deve entrare nel personaggio quanto possibile.

Non riconoscersi subito, è poi l'altra lieta sorpresa e conferma che la maschera scelta, ha centrato il suo obiettivo di spaventare e sorprendere..


#10 E' soprattutto la festa dei bambini (e non solo)



Chi merita più di tutti di divertirsi e ricreare un'atmosfera terrificante in giochi a gogo senza fine, sono soprattutto i bambini, che dopo la lunga pandemia dovuta al Covid19 e le successive regole del "New Normal", hanno perso un pezzo della loro vita spensierata e del l'importanza di giocare, fondamentale invece per una corretta crescita psicofisica. Tornare a divertirsi, è quindi fondamentale, perché è proprio nel gioco, che ci si relaziona con l'altro, in cui si ride e si sbaglia e soprattutto ci si emoziona.


Quindi, le attività consigliate variano tra mimi, caccia al tesoro, nel colpire la pignatta alla cieca per prendere più dolci possibili, finendo magari con un bel pigiama party, con golosità tipo il muffin a forma di zucca e gufo ricoperti di tanta cioccolata. Apprezzeranno anche gli adulti, che insieme ai bambini, si riscoprono anche essi fanciulli, capaci ancora di sorridere al ridicolo e mostruoso, con una promessa a se stessi che si potrebbe tradurre così: "di tornare a divertirsi più di prima, con una maggiore consapevolezza, apprezzando quello che si ha, con profonda gratitudine e allo stesso tempo mantenendo sempre l'animo leggero", pronto per nuove ed impreviste esperienze di sano terrore e divertimento che solo Halloween può regalare".


...E per chi resta solo ad Halloween


Nessuno dovrebbe rimanere solo ad Halloween, ma se proprio succede che non si ricevono inviti oppure che non siamo nel mood di feste a tema, possiamo preparare la nostra personale celebrazione, dedicando una piccola parte della casa alla trasformazione, comprando una zucca e mettendo dei lenzuoli con dell' ovatta un pò ovunque, per ricreare quantomeno l'atmosfera ideale davvero creepy e tenebrosa.


Con tanto di copertina e divano e vestiti con almeno un indumento di colore di stagione e cioè di arancione, ci possiamo preparare un buonissimo dolce tipico Irlandese, detto Barm Brack, guardando magari qualche Film o serie Tv, e scoprendo il piacere di vivere l'esperienza di Halloween in modo originale da soli, senza avere paura del buio ma nell'apprezzare il significato implicito di tale festa e cioè quella di onorare gli spiriti, accendendo una candela o sotterrando un melograno in giardino così che possa portare fortuna e buone notizie per il nostro prossimo futuro.


Happy Halloween!!!



gif